Atrofia ottica dominante

Cos'è e come si manifesta l'atrofia ottica dominante?

Detta anche atrofia ottica di tipo 1, è una malattia genetica che provoca la perdita progressiva di un tipo particolare di cellule della retina, le cellule ganglionari, responsabili della trasmissione delle immagini dall’occhio alla porzione di cervello deputata alla loro elaborazione. Questo comporta una perdita progressiva della capacità visiva, fino ad arrivare alla cecità. L’età d’esordio è intorno ai 4-6 anni, anche se i sintomi visivi compaiono più tardi e la progressione è lenta. La malattia, che è inoltre caratterizzata da una peculiare alterazione della visione dei colori, si manifesta in genere in età prescolare e può avere diversi livelli di gravità, anche all'interno della stessa famiglia.

Come si trasmette l'atrofia ottica dominante?

È  causata da mutazioni nel gene OPA1, codificante per una proteina localizzata a livello dei mitocondri, di cui controlla la forma e il coinvolgimento in un particolare processo di morte cellulare. Si trasmette con modalità autosomica dominante: un genitore con la mutazione ha il 50% di probabilità di trasmettere la malattia a ciascuno dei propri figli.

Come avviene la diagnosi dell'atrofia ottica dominante?

La diagnosi si basa su diversi approcci: esame del fondo dell'occhio, test specifici sulla visione dei colori, consulenza genetica e analisi molecolare, con ricerca di mutazioni nel gene OPA1, eseguita in centri di riferimento specializzati.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per l'atrofia ottica dominante?

Al momento non esiste alcuna terapia. La ricerca sta compiendo grandi sforzi per cercare di mettere a punto trattamenti farmacologici che possano bloccare la perdita progressiva delle cellule ganglionari.

Le associazioni amiche di Telethon:
Mitocon

Orphanet

Consulta anche la scheda di Orphanet sull'atrofia ottica dominante

Aggiornato il 26 aprile 2012

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

Dopo aver preso visione dell'informativa il Soggetto interessato liberamente dichiara:

Desidero ricevere assistenza dal servizio Info_Rare che risponderà via email alle richieste di chi ha scoperto di avere una malattia genetica rara o vuole avere informazioni sui progetti di ricerca attualmente in corso.*

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Per la lotta alle malattie genetiche rare c’è la ricerca di Fondazione Telethon.Per altre situazioni ci sono i The Pills. Il noto gruppo di influencer della rete, formato da Luca Vecchi, Luigi Di Capua e Matteo Corradini, ha scelto di rispondere #presente realizzando un video in perfetto stile T...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter