Diabete, tipo 2

Cos'è e come si manifesta il diabete di tipo 2?

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla carenza o dal malfunzionamento dell'insulina, un ormone prodotto dal pancreas, che consente allo zucchero glucosio di entrare nelle cellule dell'organismo, dove viene utilizzato come fonte energetica. Se l'insulina è poca o funziona male, il glucosio si accumula nel sangue, ma non entra nelle cellule. Esistono due forme principali di diabete: il tipo 1 e il tipo 2. Il diabete di tipo 2 è la forma più comune; si manifesta in genere dopo i 30-40 anni. Se non viene adeguatamente trattato, è associato a complicanze croniche che riguardano diversi organi e tessuti, in particolare gli occhi (retinopatia diabetica), i reni (nefropatia diabetica), il cuore e i vasi sanguigni (malattie cardiovascolari) e i nervi periferici (neuropatia diabetica, con perdita di sensibilità e dolore agli arti; nei casi più gravi può essere necessaria l'amputazione).

Come si trasmette il diabete di tipo 2?

Nel diabete di tipo 2 il pancreas è in grado di produrre insulina, ma le cellule dell'organismo non riescono a utilizzarla. Le cause precise dell'insorgenza del diabete non sono ancora note; tuttavia, si sa che si tratta di una malattia multifattoriale, in cui sono probabilmente coinvolti diversi geni e fattori ambientali. È possibile che l'insorgenza della malattia si verifichi in persone che hanno uno stile di vita “diabetogeno” (caratterizzato da obesità, alimentazione eccessivamente ricca di calorie, scarso esercizio fisico, ecc.) e una particolare predisposizione genetica.

Come avviene la diagnosi del diabete di tipo 2?

Sulla base dei sintomi, la diagnosi viene confermata da semplici esami del sangue (glicemia a digiuno o durante una curva da carico). Altri test, come la misurazione degli autoanticorpi e del peptide C, permettono di distinguere tra diabete di tipo 1 e di tipo 2.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per il diabete di tipo 2?

Il trattamento è sintomatico: per ridurre le complicazione associate al diabete (specie quelle vascolari), si interviene cercando di tenere sotto controllo la glicemia, la pressione del sangue, i livelli di grassi. Oltre a una dieta adeguata, sono vivamente consigliati l'esercizio fisico e l'abbandono dell'abitudine al fumo.

Le associazioni amiche di Telethon:

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

INFORMATIVA ai sensi dell art.13 del D.Lgs. 196/2003
I dati personali e sensibili verranno registrati e custoditi in un database informatico della Fondazione Telethon, quale Titolare del trattamento dei dati, al fine di costruire e mantenere per ciascuno utente una scheda rintracciabile, da consultare in caso di futura richiesta da parte dello stesso utente. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto comporta l’impossibilità di dar luogo a tale finalità.
I dati non verranno diffusi, ma potranno essere comunicati a soggetti incaricati, all'interno della Fondazione Telethon, con le modalità previste dalla normativa.
Potrà esercitare tutti i diritti previsti all’art.7 del d.lgs.196/2003, facendone richiesta al Titolare del trattamento – Fondazione Telethon, Piazza Cavour, 1 – 20121 - Milano, nella persona del Responsabile dell’Ufficio Filo diretto con le Malattie Genetiche.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’art. 23 del d.lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa che precede e di quanto previsto all’art.7 d.lgs.196/2003, liberamente decide di dare il consenso Non dare il consenso al trattamento dei dati personali

Le ultime notizie

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter