TERAPIA CELLULARE PER LA SINDROME DI CRIGLER-NAJJAR DI TIPO I CON CELLULE STAMINALI EPATICHE UMANE

L'obbiettivo della ricerca

Ricercatore titolare

FIORELLA ALTRUDA

Partners

GIOVANNI CAMUSSI

La sindrome di Crigler-Najjar di tipo I è una patologia di origine genetica in cui il è alterato metabolismo della bilirubina, che tende così ad accumularsi e a provocare gravi danni neurologici o addiritura morte prematura.

L’unico trattamento disponibile è la fototerapia, che va applicata sin dalla nascita, ma che con il tempo perde di efficacia e rende così indispensabile il trapianto di fegato. Per questo motivo è importante sviluppare strategie terapeutiche alternative. Le cellule staminali rappresentano un promettente strumento per riparare i tessuti danneggiati in molte patologie genetiche e degenerative in quanto possono essere differenziate in cellule specializzate per essere utilizzate nella correzione di singoli difetti genici. L’obiettivo di questo progetto è valutare l’efficacia della terapia cellulare utilizzando cellule staminali, derivate da fegato umano (HLSC) e differenziate in cellule del fegato mature, nel trattamento di un modello murino che mima le manifestazioni della sindrome di Crigler-Najjar. Abbiamo precedentemente dimostrato che le HLSC possono differenziare in vitro in epatociti funzionali e che questi epatociti sono in grado di contribuire a rigenerare in vivo il tessuto epatico danneggiato. Ci proponiamo pertanto di trapiantare in topi che mimano la sindrome di Crigler-Najjar le cellule HLSC differenziate in epatociti per curare questa patologia umana. I risultati ottenuti costituiranno le premesse per l'uso delle cellule HLSC nella terapia cellulare della sindrome di Crigler-Najjar e di altre malattie genetiche del metabolismo nel fegato.

Malattie

Crigler-Najjar, sindrome di

La sindrome di Crigler-Najjar di tipo I è una patologia di origine genetica in cui il è alterato metabolismo della bilirubina, che tende così ad accumularsi e a provocare gravi danni neurologici o addiritura morte prematura.

Pubblicazioni scientifiche


Dona ora

Basta un piccolo gesto per dare una speranza concreta alle persone che lottano contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter