Paralisi periodica

Cosa sono e come si manifestano le paralisi periodiche?

Le paralisi periodiche sono un gruppo eterogeneo di patologie muscolari caratterizzate da episodi di debolezza o di paralisi muscolare di durata variabile, che si presentano a intervalli irregolari. Di norma sono colpiti soprattutto i muscoli degli arti. La malattia esordisce in genere durante l'infanzia o l'adolescenza.

Come si trasmettono le paralisi periodiche?

Nella maggior parte dei casi si tratta di condizioni ereditarie, spesso sono associate ad alterazioni dei livelli di potassio nel sangue (paralisi periodica ipokaliemica e paralisi periodica iperkaliemica). Le forme ereditarie sono in genere a trasmissione autosomica dominante: un genitore eterozigote, cioè che abbia una sola copia del gene mutato coinvolto nell'insorgenza della malattia, ha il 50% di probabilità di trasmetterlo ai figli, che di conseguenza potranno manifestare la malattia.

Come avviene la diagnosi delle paralisi periodiche?

La diagnosi si basa essenzialmente sulle manifestazioni cliniche. In caso di dubbio, nelle forme ereditarie si può effettuare l'analisi genetica, con ricerca di mutazioni nei geni potenzialmente coinvolti. La diagnosi prenatale è possibile quando siano state identificate nella famiglia le mutazioni responsabili della malattia.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per le paralisi periodiche?

Il trattamento è finalizzato ad alleviare i sintomi degli attacchi acuti e a cercare di prevenirne di nuovi. Gli interventi sono specifici per ciascuna tipologia di paralisi periodica.

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

Dopo aver preso visione dell'informativa il Soggetto interessato liberamente dichiara:

Desidero ricevere assistenza dal servizio Info_Rare che risponderà via email alle richieste di chi ha scoperto di avere una malattia genetica rara o vuole avere informazioni sui progetti di ricerca attualmente in corso.*

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Era il 2006 quando per la prima volta veniva approvato un farmaco per la malattia di Pompe (glicogenosi di tipo II), una versione sintetica dell’enzima carente in questi pazienti prodotto artificialmente e somministrato attraverso il sangue. Rimani in contatto con Fondazione Telethon, iscriviti a...
immagine-anteprima-news
La sindrome di X fragile è la forma più comune di ritardo mentale dopo la sindrome di Down, eppure la disabilità delle persone che sono affetti può essere invisibile agli occhi.Come nel caso di Viola e Francesca che hanno combattuto per anni con la sensazione di sentirsi “invisibili”, specialmen...
immagine-anteprima-news
Immaginatevi una ragazza che con il fratello gemello festeggia la maggiore età. Pensatela poi con occhi incantati, vivere l’esperienza di trovarsi “dentro” “La Notte stellata” di Van Gogh in 3D, nella Basilica di San Giovanni Maggiore a Napoli. «È un capolavoro», dice Rossella. «Immergermi in qu...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter