Glomerulosclerosi

Cos'è e come si manifesta la glomerulosclerosi?

Il termine glomerulosclerosi indica in generale una condizione caratterizzata dalla presenza di lesioni e indurimenti a carico dei glomeruli, le unità funzionali di base dei reni, deputate alla filtrazione dell'urina dal sangue. 
In particolare, la glomerulosclerosi focale segmentaria è una forma di questa patologia in cui la lesione (sclerosi) è a carico di una parte dei glomeruli (interessamento focale) e solo di una porzione di essi (interessamento segmentario). La malattia, spesso asintomatica nelle sue fasi iniziali, si manifesta con presenza di proteine nelle urine (proteinuria), presenza di sangue nelle urine (ematuria), bassi valori di albumina nel sangue ed edemi, ipertensione arteriosa, insufficienza renale che può evolvere, nel corso degli anni, verso lo stadio terminale. La GSFS include forme primarie (idiopatiche), secondarie, forme genetiche e forme associate a sindromi congenite. 

Come si trasmette la glomerulosclerosi?

Le cause dell'insorgenza della glomerulosclerosi non sono state completamente chiarite. Possono essere coinvolti fattori immunologici (la condizione si configura allora come autoimmunitaria) o ereditari; inoltre, la malattia può presentarsi in associazione a diversi tipi di patologie renali o di altre patologie, come il diabete. Nel caso della glomerulosclerosi focale segmentaria, sono state descritte forme a trasmissione autosomica sia dominante (è sufficiente ereditare una copia alterata del gene da uno dei genitori per manifestare la malattia) che recessiva (quando si eredita una copia alterata del gene da entrambi i genitori). La forma autosomica dominante è generalmente meno severa rispetto alla forma recessiva e si manifesta solitamente in età adolescenziale o adulta, mentre la forma recessiva ha esordio in età infantile. In letteratura sono riportate numerose alterazioni genetiche, che riguardano geni del podocita, cellula chiave nel processo di filtrazione del sangue da parte del rene.

Come avviene la diagnosi della glomerulosclerosi?

La diagnosi viene effettuata a partire da esami di laboratorio (esami del sangue e delle urine) e confermata tramite biopsia renale.

Quali sono le possibilità di cura per la glomerulosclerosi?

Al momento non ci sono cure realmente efficaci. Si cerca innanzitutto di intervenire sui sintomi, per esempio con dieta a basso contenuto di sodio, farmaci antiipertensivi, diuretici e antiaggreganti. Tra i farmaci antiipertensivi, gli Ace-inibitori e gli antagonisti recettoriali dell'angiotensina II hanno anche un ruolo importante nel rallentare la progressione della malattia renale. In caso di insufficienza renale terminale gli unici interventi possibili sono rappresentati dalla dialisi e dal trapianto renale. Per le forme genetiche, risulta efficace una terapia sintomatica di mantenimento e, nel caso di insufficienza renale terminale, il trapianto renale è risolutivo in quanto la malattia di norma non ricorre. Per le forme immunitarie può essere necessaria la somministrazione di farmaci che bloccano la reazione autoimmunitaria, come i corticosteroidi o altri immunosoppressori.

Ultimo aggiornamento settembre 2017

 

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

INFORMATIVA ai sensi dell art.13 del D.Lgs. 196/2003
I dati personali e sensibili verranno registrati e custoditi in un database informatico della Fondazione Telethon, quale Titolare del trattamento dei dati, al fine di costruire e mantenere per ciascuno utente una scheda rintracciabile, da consultare in caso di futura richiesta da parte dello stesso utente. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto comporta l’impossibilità di dar luogo a tale finalità.
I dati non verranno diffusi, ma potranno essere comunicati a soggetti incaricati, all'interno della Fondazione Telethon, con le modalità previste dalla normativa.
Potrà esercitare tutti i diritti previsti all’art.7 del d.lgs.196/2003, facendone richiesta al Titolare del trattamento – Fondazione Telethon, Piazza Cavour, 1 – 20121 - Milano, nella persona del Responsabile dell’Ufficio Filo diretto con le Malattie Genetiche.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’art. 23 del d.lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa che precede e di quanto previsto all’art.7 d.lgs.196/2003, liberamente decide di dare il consenso Non dare il consenso al trattamento dei dati personali

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
«Un’esortazione da fare alla Fondazione? Sfruttateci di più». Anna Maria Accoto, 39 anni, consulente del lavoro e coordinatrice Telethon per la provincia di Lecce ha energia da vendere, a tal punto da suggerire che il suo ruolo e il suo impegno possano essere “utilizzati” ancora di più per attir...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter