Displasia spondilo-epifisaria tardiva

Ad oggi Fondazione Telethon ha finanziato 3 progetti di ricerca sulla displasia spondilo-epifisaria che hanno coinvolto 2 diversi gruppi di ricerca, per un finanziamento totale di 580mila euro.

Cos'è e come si manifesta la displasia spondilo-epifisaria tardiva?

La displasia spondiloepifisaria tardiva (SEDT) è una rara malattia genetica caratterizzata da bassa statura, collo e tronco corti, torace a botte. La SEDT si manifesta tardivamente entro la prima decade di vita con un rallentamento della crescita. Precocemente, compaiono cifosi toracica e lordosi lombare. La complicanza principale è un'osteartrite precoce. L'espressività clinica della malattia è molto variabile.

Come si trasmette la displasia spondilo-epifisaria tardiva?

La malattia è causata da mutazioni del gene SEDL che codifica per una proteina che fa parte di un complesso coinvolto nel traffico intracellulare di membrane. Il gene SEDL è localizzato sul cromosoma X (regione p22); per questo in genere solo i maschi (che hanno una sola copia di cromosoma X) presentano i sintomi, mentre le femmine (che hanno due copie del cromosoma X) sono portatrici sane. Una donna portatrice sana ha il 50 per cento di probabilità di trasmettere la malattia a ogni figlio maschio.

Come avviene la diagnosi della displasia spondilo-epifisaria tardiva?

La diagnosi di SEDT è suggerita dalla presenza di statura molto bassa in un soggetto maschio di 8-15 anni. Anche alcune manifestazioni radiografiche della malattia sono diagnostiche, in particolare  l'appiattimento delle vertebre nel tratto toraco-lombare, il restringimento degli spazi e dei dischi intervertebrali e la presenza di gibbosità della porzione posteriore delle vertebre. La diagnosi è confermata dall'analisi genetica, con identificazione della mutazione responsabile nel gene SEDL.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per la displasia spondilo-epifisaria tardiva?

Non esiste trattamento specifico della SEDT, ma sono possibili la prevenzione e il trattamento delle complicanze. Per prevenire l'artrite prematura è consigliabile mantenere un buon rapporto peso/altezza e praticare esercizio fisco regolare che non sottoponga a carico eccessivo le articolazioni (per esempio ciclismo e nuoto).

orphanet
Consulta anche la scheda di Orphanet sulla displasia spondilo-epifisaria tardiva

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

INFORMATIVA ai sensi dell art.13 del D.Lgs. 196/2003
I dati personali e sensibili verranno registrati e custoditi in un database informatico della Fondazione Telethon, quale Titolare del trattamento dei dati, al fine di costruire e mantenere per ciascuno utente una scheda rintracciabile, da consultare in caso di futura richiesta da parte dello stesso utente. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto comporta l’impossibilità di dar luogo a tale finalità.
I dati non verranno diffusi, ma potranno essere comunicati a soggetti incaricati, all'interno della Fondazione Telethon, con le modalità previste dalla normativa.
Potrà esercitare tutti i diritti previsti all’art.7 del d.lgs.196/2003, facendone richiesta al Titolare del trattamento – Fondazione Telethon, Piazza Cavour, 1 – 20121 - Milano, nella persona del Responsabile dell’Ufficio Filo diretto con le Malattie Genetiche.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’art. 23 del d.lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa che precede e di quanto previsto all’art.7 d.lgs.196/2003, liberamente decide di dare il consenso Non dare il consenso al trattamento dei dati personali

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Chi ha avuto la fortuna di “correre” una maratona Telethon dall’interno di una agenzia Bnl Bnp Paribas, sarà rimasto colpito del moto di autentica partecipazione che anima tutto il personale in quei giorni. Dopo oltre 26 anni dall’avvio di una collaborazione divenuta sodalizio, quel senso di ide...
immagine-anteprima-news
Ciak…solidarietà, azione! Cinecittà World, il Parco divertimenti del Cinema e della TV di Roma, dà spazio alla solidarietà: nella giornata del 20 maggio 2018 le famiglie che visitano il Parco hanno la possibilità di incontrare i dialogatori Telethon e sottoscrivere una donazione regolare mensile...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter