Displasia immuno-ossea di Schimke

Che cos’è e come si manifesta la displasia immuno-ossea di Schimke?La displasia immuno-ossea di Schimke è una malattia multi-sistemica caratterizzata da problemi alle ossa, quali displasia spondilo-epifisaria, bassa statura, dismorfismi facciali, e deficit del sistema immunitario, che rende questi pazienti particolarmente suscettibili alle infezioni. Inoltre, questi pazienti presentano anche problemi renali, in particolare una sindrome nefrosica progressiva resistente ai farmaci, che può portare nell'insufficienza renale in quasi due terzi dei casi. Altri sintomi tipici sono l'ipertensione precoce, anomalie nella pigmentazione della pelle, capelli sottili e anomalie facciali quali sella nasale larga e infossata e naso stretto con punta allargata. La sindrome può portare a morte precoce a causa degli ictus, delle infezioni, dell'insufficienza del midollo osseo e dell'insufficienza renale. Sopravvivono fino all'età adulta i pazienti affetti da forme più lievi e a esordio tardivo.Come si trasmette la displasia immuno-ossea di Schimke?La sindrome è dovuta  a mutazioni del gene SMARCAL1, localizzato sul cromosoma 2, che codifica per una proteina coinvolta nel rimodellamento della cromatina. Si trasmette con modalità autosomica recessiva: per manifestare i sintomi occorre cioè ereditare il difetto genetico da entrambi i genitori (portatori sani). Come avviene la diagnosi della displasia immuno-ossea di Schimke?La diagnosi si basa sugli esami clinici, biochimici e radiologici, e può essere confermata dall'analisi molecolare. Quali sono le terapie attualmente disponibili per la displasia immuno-ossea di Schimke?Dato che la malattia interessa vari sistemi, la presa in carico richiede un approccio terapeutico multidisciplinare. Quando l'insufficienza renale giunge allo stadio finale si rende necessario il trapianto di rene, ma vista l’immunodeficienza cronica associata alla sindrome, il trattamento immunosoppressivo successivo al trapianto comporta un elevato rischio di rigetto e di infezioni opportunistiche gravi. Consulta anche la scheda di Orphanet sulla displasia immuno-ossea di Schimke 

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

INFORMATIVA ai sensi dell art.13 del D.Lgs. 196/2003
I dati personali e sensibili verranno registrati e custoditi in un database informatico della Fondazione Telethon, quale Titolare del trattamento dei dati, al fine di costruire e mantenere per ciascuno utente una scheda rintracciabile, da consultare in caso di futura richiesta da parte dello stesso utente. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto comporta l’impossibilità di dar luogo a tale finalità.
I dati non verranno diffusi, ma potranno essere comunicati a soggetti incaricati, all'interno della Fondazione Telethon, con le modalità previste dalla normativa.
Potrà esercitare tutti i diritti previsti all’art.7 del d.lgs.196/2003, facendone richiesta al Titolare del trattamento – Fondazione Telethon, Piazza Cavour, 1 – 20121 - Milano, nella persona del Responsabile dell’Ufficio Filo diretto con le Malattie Genetiche.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’art. 23 del d.lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa che precede e di quanto previsto all’art.7 d.lgs.196/2003, liberamente decide di dare il consenso Non dare il consenso al trattamento dei dati personali

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter