Aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarrica

Che cos’è e come si manifesta l’aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarrica?L’ aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarica è una malattia metabolica caratterizzata da un accumulo nelle urine di D-2-idrossiglutarato e L-2-idrossiglutarato, due molecole organiche acide che servono per la produzione di alcuni aminoacidi e per altri importanti processi metabolici del corpo umano. Dal punto di vista clinico, la malattia si presenta con sintomi neurologici di entità variabile. Nei casi più gravi la patologia è progressiva e si manifesta con gravi crisi epilettiche fin dalla nascita, insufficienza respiratoria, apnea, ritardo dello sviluppo, malformazioni (quali agenesi del corpo calloso, cioè mancanza del collegamento tra i due emisferi del cervello, e mancato sviluppo del nervo ottico), perdita di tono degli organi e morte prematura. Ai casi più lievi è invece associata debolezza muscolare, particolarmente evidente a livello sia delle braccia sia delle gambe.Come si trasmette l’aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarrica?L’aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarica è una malattia genetica causata da difetti del gene SLC25A1, che contiene le informazioni per produrre una proteina coinvolta nella produzione di energia da parte delle cellule. La malattia si trasmette in maniera autosomica recessiva, cioè bisogna ereditare due copie del gene mutato per manifestarne i sintomi. Se quindi in una coppia entrambi i genitori sono portatori sani di una mutazione nel gene SLC25A1, ogni figlio avrà una probabilità del 25% di essere affetto dalla malattia, del 50% di essere portatore sano e del 25% di essere sano e non portatore della mutazione.Come avviene la diagnosi dell’aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarrica?Nei pazienti affetti da aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarica si osserva un accumulo di particolari molecole (D-2-Idrossiglutarato e L-2-Idrossiglutarato) nelle urine. Si può osservare anche un accumulo di altri acidi organici quali l'acido citrico, l'acido malico, l'acido fumarico e l'acido succinico. La diagnosi deve essere confermata poi con un’analisi genetica, attraverso la ricerca di mutazioni nel gene SLC25A1.Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per l’aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarrica?Al momento non esiste una terapia risolutiva per l’aciduria combinata D,L-2-idrossiglutarrica. Le forme più lievi non richiedono necessariamente un trattamento farmacologico. Recentemente, sono stati osservati effetti positivi in seguito al trattamento con acido citrico di un paziente affetto da una forma grave. Questo risultato, tuttavia, non è stato successivamente confermato, anche a causa della mancanza di un opportuno modello animale per la sperimentazione farmacologica. Consulta anche la scheda di Orphanet aciduria combinata D,L-2-idrossiglutaricaConsulta anche la scheda di Orphanet aciduria combinata D,L-2-idrossiglutaricaUltimo aggiornamento ottobre 2015

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

INFORMATIVA ai sensi dell art.13 del D.Lgs. 196/2003
I dati personali e sensibili verranno registrati e custoditi in un database informatico della Fondazione Telethon, quale Titolare del trattamento dei dati, al fine di costruire e mantenere per ciascuno utente una scheda rintracciabile, da consultare in caso di futura richiesta da parte dello stesso utente. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto comporta l’impossibilità di dar luogo a tale finalità.
I dati non verranno diffusi, ma potranno essere comunicati a soggetti incaricati, all'interno della Fondazione Telethon, con le modalità previste dalla normativa.
Potrà esercitare tutti i diritti previsti all’art.7 del d.lgs.196/2003, facendone richiesta al Titolare del trattamento – Fondazione Telethon, Piazza Cavour, 1 – 20121 - Milano, nella persona del Responsabile dell’Ufficio Filo diretto con le Malattie Genetiche.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’art. 23 del d.lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa che precede e di quanto previsto all’art.7 d.lgs.196/2003, liberamente decide di dare il consenso Non dare il consenso al trattamento dei dati personali

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Mi chiamo Leslie e sono il papà di due bambini gravemente malati: Cathal, di 4 anni, e Ciaran, di 2 anni. Entrambi hanno la leucodistrofia metacromatica, una malattia genetica che distrugge il sistema nervoso ed è fatale entro i 5 anni. Questa malattia provoca la morte più crudele che ci sia. Cat...
immagine-anteprima-news
Un prelievo di sangue alla nascita che può letteralmente salvare la vita: è lo screening neonatale, un prezioso strumento di salute pubblica di cui l’Italia ha deciso di dotarsi fin dal 1992 e che nel 2016 è stato allargato a oltre 40 malattie metaboliche. Per legge dai primi anni ‘90 tutti i ne...
immagine-anteprima-news
Siamo abituati ad associare la parola “raro” a qualcosa di straordinario, a volte anche a qualcosa di prezioso. Quando però questo aggettivo è associato alla parola “malattia” sopraggiunge la paura e spesso anche il disagio. Ma ogni singolo malato raro è parte di quel grande insieme che oggi con...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter