RICCARDO PERCUDANI

RICCARDO PERCUDANI

Nato nel 1966 a Parma, Riccardo Percudani si è laureato in Biologia presso l'Università di Parma, dove ha svolto anche gli studi di dottorato e post-dottorato.

Ha svolto lunghi periodi di ricerca come visiting scientist presso l'Università di Seul, in Corea del Sud, e l'Istituto Pasteur di Parigi.

Attualmente lavora come professore associato presso l'Università di Parma, incaricato degli insegnamenti di Bioinformatica nella laurea triennale di Biologia e nella laurea specialistica di Biologia molecolare. Presso il dipartimento di Bioscienze Riccardo Pecudani coordina un gruppo di otto persone impegnate nel Laboratorio di biochimica, biologia molecolare e bioinformatica.

Si occupa da diversi anni degli aspetti fondamentali del metabolismo delle basi puriniche in organismi modello. Le sue ricerche hanno contribuito all'individuazione di nuovi geni ed enzimi della via metabolica. Alcune delle molecole individuate hanno un potenziale impiego terapeutico nell’uomo. Attraverso il progetto Telethon intende applicare le conoscenze acquisite allo studio di nuovi trattamenti per la malattia di Lesch-Nhyan, un difetto congenito del riciclo delle basi puriniche che attualmente è privo di una terapia adeguata.

 

Lavorare con fondi Telethon è un onore e al contempo una grande responsabilità. Per diversi anni ho svolto ricerche di base sul metabolismo delle purine: ora spero di poter applicare le conoscenze acquisite allo sviluppo di una terapia per malattia di Lesch-Nyhan, un difetto congenito del metabolismo.

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter