MARIE-LOUISE BANG

MARIE-LOUISE BANG

Nata nel 1972 ad Aarhus, in Danimarca, Marie-Louise Bang si è laureata in Ingegneria chimica con specializzazione in biotecnologia presso l'Università Tecnica della Danimarca.

Successivamente ha svolto il dottorato di ricerca in Germania, presso il Laboratorio europeo di biologia molecolare di Heidelberg.

Dopo il postdoc negli Usa, presso l'Università della California di San Diego, Marie-Louise Bang si è trasferita a Milano: dal 2008 al 2012 ha lavorato all'Istituto Telethon Dulbecco presso l'Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche in collaborazione con MultiMedica, diventando successivamente ricercatrice a tempo indeterminato presso l'Istituto di ricerca genetica e biomedica del Cnr presso l’Istituto Clinico Humanitas, dove attualmente continua a operare.

La sua attività di ricerca è focalizzata sulla comprensione dei meccanismi molecolari che, in seguito a mutazioni in proteine sarcomeriche, portano a malattie del cuore e del muscolo scheletrico.

 

 

Fare il ricercatore per me non è un lavoro ma semplicemente soddisfare la mia passione di studiare e trovare risposte alla mia curiosità. In particolare mi dà molta soddisfazione quando un progetto porta a nuove e inaspettate scoperte.

Marie-Louise Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Mi chiamo Leslie e sono il papà di due bambini gravemente malati: Cathal, di 4 anni, e Ciaran, di 2 anni. Entrambi hanno la leucodistrofia metacromatica, una malattia genetica che distrugge il sistema nervoso ed è fatale entro i 5 anni. Questa malattia provoca la morte più crudele che ci sia. Cat...
immagine-anteprima-news
Un prelievo di sangue alla nascita che può letteralmente salvare la vita: è lo screening neonatale, un prezioso strumento di salute pubblica di cui l’Italia ha deciso di dotarsi fin dal 1992 e che nel 2016 è stato allargato a oltre 40 malattie metaboliche. Per legge dai primi anni ‘90 tutti i ne...
immagine-anteprima-news
Siamo abituati ad associare la parola “raro” a qualcosa di straordinario, a volte anche a qualcosa di prezioso. Quando però questo aggettivo è associato alla parola “malattia” sopraggiunge la paura e spesso anche il disagio. Ma ogni singolo malato raro è parte di quel grande insieme che oggi con...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter