LUCIA CIRANNA

LUCIA CIRANNA

Nata nel 1966 a Catania, Lucia Ciranna si è laureata in Farmacia all’Università di Catania e ha conseguito un dottorato di ricerca europeo in Neurofisiologia presso l'Università Louis Pasteur di Strasburgo, in Francia.

Rientrata in Italia nel 1994 per ricoprire la carica di ricercatore e in seguito di professore universitario, ha proseguito alcuni studi presso laboratori esteri, in particolare presso i National Institutes of Health di Bethesda (Usa) e l'Università Louis Pasteur di Strasburgo (Francia). In Francia, ha recentemente conseguito l'Abilitazione Nazionale alle funzioni di "Professeur des Universités" nel settore delle Neuroscienze.

Attualmente Lucia Ciranna è professore associato di Fisiologia presso l'Università di Catania e dirige un laboratorio di elettrofisiologia presso il dipartimento di Scienze biomediche dell'Università di Catania.

Lucia Ciranna utilizza tecniche di elettrofisiologia per studiare le connessioni (sinapsi) fra neuroni e la plasticità della trasmissione nervosa, da cui dipendono le funzioni della memoria e dell’apprendimento. In particolare, la sua ricerca presente è focalizzata sulla sindrome del cromosoma X fragile, per la quale sta studiando nel modello animale l’applicabilità terapeutica di nuovi composti chimici per correggere i sintomi della malattia.

«Lavorare con fondi Telethon significa una grande responsabilità, perché insieme all’approvazione del comitato scientifico ci è stata accordata la fiducia delle famiglie italiane. I nostri risultati suggeriscono un indizio nuovo per capire i meccanismi alla base di una malattia e per progettare una nuova cura; lavorare per Telethon dà alla nostra ricerca il significato di un impegno che mette insieme obiettivi scientifici e solidarietà umana».

«Lavorare con fondi Telethon significa una grande responsabilità, perché insieme all’approvazione del comitato scientifico ci è stata accordata la fiducia delle famiglie italiane. I nostri risultati suggeriscono un indizio nuovo per capire i meccanismi alla base di una malattia e per progettare una nuova cura; lavorare per Telethon dà alla nostra ricerca il significato di un impegno che mette insieme obiettivi scientifici e solidarietà umana».

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
La Sclerosi Laterale Amiotrofica è una malattia rara neurodegenerativa che oggi nel nostro Paese colpisce circa 6000 persone. Ma la ricerca non si ferma.AriSLA (Fondazione Italiana di ricerca per la SLA) inaugura il nuovo anno annunciando i progetti vincitori della Call for Projects 2017: il deci...
immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter