ANTONIO MUSARO'

ANTONIO MUSARO'

Nato nel 1966 a Poggiardo (LE), Antonio Musarò si è laureato in Scienze biologiche presso l'Università "La Sapienza" di Roma , dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie cellulari.

Ha svolto il suo post-doc all'Università di Harvard, negli Usa, per poi rientrare in Italia come ricercatore. Attualmente Antonio Musarò è professore associato presso la sezione di Istologia ed embriologia medica dell'Università "La Sapienza" di Roma, dove coordina un gruppo di 15 persone, tra post-doc dottorandi e tesisti.

Si occupa di terapia cellulare basata sul trapianto di cellule staminali, che rappresenta una promettente strategia per curare malattie genetiche. Tuttavia, questo approccio non è ancora risolutivo e molti ostacoli ne precludono l'immediato utilizzo in clinica. L'ipotesi di lavoro è che il muscolo distrofico rappresenti un microambiente ostile che potrebbe interferire con la sopravvivenza delle cellule staminali, limitandone la loro efficacia. Obiettivo del progetto è quindi di verificare l'ipotesi che modificando, perturbando il microambiente ostile si aumenti l’efficacia terapeutica delle cellule staminali.

L'aspetto più affascinante del mio lavoro è la possibilità di tracciare nuovi sentieri, esplorare strade non ancora battute e contribuire alla comprensione dei meccanismi patogenetici di malattie. Questo lavoro mi ha insegnato ad appassionarmi di verità e ad amare il dubbio

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

Di Francesca Pasinelli È incoraggiante che il ministro Bussetti sia entrato già più volte nel tema dell’Agenzia per la ricerca. Forse c’è la volontà di rispondere alle sollecitazioni sull’argomento. Ha parlato di un’agenzia che serva a «coordinare e raccordare strutturalmente» gli enti pubblici d...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter