ALESSIO CANTORE

ALESSIO CANTORE

Nato nel 1982 a Bologna, Alessio Cantore si è laureato in Biotecnologie all’Università di Bologna nel 2004; in seguito si è specializzato in Biotecnologie mediche molecolari e cellulari presso l’Università Vita Salute San Raffaele di Milano nel 2006.

Presso lo stesso ateneo, dopo un periodo di ricerca all’Istituto San Raffaele-Telethon per la terapia genica (SR-Tiget), ha conseguito nel 2013 il dottorato di ricerca in Biologia molecolare e cellulare, titolo co-conferito anche dall’Università britannica Open University. Attualmente è Project Leader presso l’SR-Tiget: la sua attività di ricerca è incentrata sul trasferimento di geni terapeutici al fegato attraverso la terapia genica con vettori lentivirali, derivati cioè dal virus Hiv. Negli anni si è dedicato principalmente al miglioramento di questi vettori, al fine di renderli sempre più efficaci e sicuri nel trasferimento di geni terapeutici, in diversi ambienti biologici e modelli sperimentali.
In particolare, Alessio Cantore sta studiando come applicare questa strategia terapeutica a una malattia ereditaria del sangue, l’emofilia, dovuta alla carenza di una proteina immessa dal fegato nel sangue e fondamentale per il processo della coagulazione. Obiettivo della sua linea di ricerca è fornire alle persone affette da questa malattia una versione funzionante del gene che in loro è difettoso attraverso un vettore capace di raggiungere il fegato. Questo approccio terapeutico è vicino alla sperimentazione clinica nell’uomo, ma è potenzialmente applicabile anche ad altre malattie genetiche che hanno origine nel fegato.

Ho scelto di fare il ricercatore perché la scienza mi affascina sin da bambino e in particolare l’ingegneria genetica, che ho approfondito come interesse a partire dai miei studi universitari, e perché credo che il progredire delle conoscenze in questo ambito si traduca in un miglioramento della medicina e in una prospettiva concreta di cura per tante malattie genetiche

Alessio Ricercatore SR-Tiget

Sostieni anche tu Telethon

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter