GRAZIA DANIELA RAFFA

GRAZIA DANIELA RAFFA

Nata nel 1976 a Reggio Calabria, Grazia Daniela Raffa si è laureata in Scienze biologiche presso Sapienza Università di Roma, dove ha conseguito anche il dottorato in Genetica e biologia molecolare che ha previsto anche un periodo di studio presso la Cornell University di New York.

Grazia Daniela Raffa ha svolto il suo post-doc negli Usa presso lo Scripps Research Institute, per poi rientrare in Italia nel 2006 grazie a una borsa di studio finanziata dalla Fondazione Adriano Buzzati Traverso e a finanziamenti successivi ottenuti dalla Fondazione Cenci Bolognetti e dall'Associazione italiana per la ricerca sul cancro.

Attualmente Grazia Daniela Raffa è ricercatore presso il dipartimento di Genetica e biologia molecolare della Sapienza di Roma, dove è anche titolare del corso di Genetica presso la facoltà di Scienze naturali. Il suo principale obiettivo è la comprensione dei meccanismi molecolari alla base dello sviluppo dell'atrofia muscolare spinale, utilizzando il moscerino della frutta come sistema modello.

«L'aspetto più faticoso, ma anche più entusiasmante, della ricerca di base consiste nell'analisi minuziosa di tutti i particolari. Prestando attenzione a ogni più piccolo dettaglio capita infatti di cogliere una particolare deviazione dall’atteso, un elemento nuovo che può aiutarci a capire come funzionano i complessi meccanismi alla base dello sviluppo di gravi malattie genetiche. Così il ciclo della ricerca continua, alimentato da un'instancabile curiosità e dall’urgenza di scoprire sia le cause che determinano il malfunzionamento dei nostri geni, sia le modalità per correggere tali difetti».

«L'aspetto più faticoso, ma anche più entusiasmante, della ricerca di base consiste nell'analisi minuziosa di tutti i particolari. Prestando attenzione a ogni più piccolo dettaglio capita infatti di cogliere una particolare deviazione dall’atteso, un elemento nuovo che può aiutarci a capire come funzionano i complessi meccanismi alla base dello sviluppo di gravi malattie genetiche. Così il ciclo della ricerca continua, alimentato da un'instancabile curiosità e dall’urgenza di scoprire sia le cause che determinano il malfunzionamento dei nostri geni, sia le modalità per correggere tali difetti».

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter