L'Istituto Telethon di genetica e medicina

L'eccellenza è di casa a Napoli

Il centro diretto da Andrea Ballabio è un fiore all'occhiello della ricerca italiana. Dal 2013 è ospitato nell'ex fabbrica della storica Olivetti ed è diventato un polo di attrazione per ricercatori da tutto il mondo, nel sud d'Italia.

La ricerca d'eccellenza a Napoli

L'Istituto si occupa dello studio dei meccanismi alla base delle malattie genetiche per mettere a punto terapie innovative. Nel 1994 lo abbiamo fondato e oggi nella sede di Pozzuoli (NA), diretto dal prof. Andrea Ballabio, lavorano scienziati da tutto il mondo. La competitività del Tigem è confermata anche dalla capacità di attrarre prestigiosi finanziamenti internazionali come quelli dello European Research Council (ERC).

L'attività di ricerca

L'Istituto porta avanti progetti di ricerca lungo tre filoni principali

Biologia cellulare

Lo studio in modelli cellulari e animali dei meccanismi alla base delle malattie genetiche, anche con il supporto di tecniche all’avanguardia di microscopia: comprenderli è infatti il primo passo per individuare una possibile cura. Responsabili dei gruppi di ricerca coinvolti:

Medicina genomica

Grazie alla bioinformatica è possibile analizzare il comportamento e l’interazione tra i geni, sviluppare modelli matematici di processi biologici, studiare il possibile utilizzo alternativo di farmaci già noti, trovare le cause genetiche di malattie senza diagnosi
Responsabili dei gruppi di ricerca coinvolti:

Terapia molecolare

Lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici che prevedono l’impiego di piccole molecole o della terapia genica per correggere i difetti alla base di gravi malattie genetiche ancora prive di una cura efficace. Responsabili dei gruppi di ricerca coinvolti:

Quali malattie studiamo?

All'Istituto Telethon di genetica e medicina vengono studiate diverse malattie genetiche, tra cui:

Degenerazioni retiniche: retinite pigmentosa, amaurosi congenita di Leber, malattia di Stargardt, sindrome di Usher

Difetti del metabolismo epatico: iperossaluria primaria di tipo I, sindrome di Crigler-Najjar, deficit di alfa1-anti-tripsina, acidemia propionica, disturbi del ciclo dell’urea

Malattie neurodegenerative: malattia di Parkinson

L'attività di formazione

L'Istituto sviluppa percorsi di carriera altamente competitivi

Grazie ai programmi di formazione dell'Istituto, i giovani ricercatori hanno l'opportunità di avvicinarsi alla missione di Fondazione Telethon: trovare una cura per le malattie genetiche rare. 
L'Istituto Telethon di genetica e medicina collabora con due importanti università per fornire ai ricercatori programmi di dottorato e formazione di qualità. Le due università di riferimento sono: Open University in Genetica Umana e Scuola Europea di Medicina Molecolare (SEMM) programma in Medicina Molecolare (CEINGE, IFOM, Federico II, Università di Milano). 
La selezione dei ricercatori avviene su base meritocratica tramite colloqui e concorsi, in linea con i valori della Fondazione. 
I numeri:

40 studenti in corso

107 dottorati completati

51 borsisti post-dottorato (10 nazioni diverse)

Abbiamo fondato un istituto di ricerca a Pozzuoli: l’Istituto Telethon di genetica e medicina, che studia i meccanismi alla base delle malattie genetiche rare..

Aiutaci ora

Basta un piccolo gesto per dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter