Lasciti testamentari - Le domande più frequenti

Chi può fare testamento?

Tutti possono disporre dei propri beni per testamento, ad esclusione di coloro che al momento della redazione del testamento sono incapaci di intendere e di volere, dei minori e degli interdetti per infermità mentale. In tali casi, il testamento può essere oggetto di impugnazione.

Una persona che per problemi fisici non sia in grado di scrivere o firmare può fare testamento?

Sì, ma soltanto nella forma del testamento pubblico, cioè il testamento ricevuto da un notaio alla presenza di due testimoni.

Chi è l’esecutore testamentario?

È colui che deve curare che siano esattamente eseguite le disposizioni di ultima volontà. Non è obbligatorio nominarlo, ma è certamente una figura utile nel caso di situazioni particolarmente complesse. L’esecutore testamentario è individuato dal testatore tra le persone di sua fiducia e può essere esecutore anche un erede o un legatario.
L’ufficio dell’esecutore testamentario è gratuito, tuttavia il testatore può stabilire una retribuzione a carico dell’eredità.

Qual è la differenza tra erede e legatario?

L'erede è chi acquisisce tutti i beni del testatore o una quota di essi, il legatario invece è colui al quale, a prescindere dall’attribuzione formale della qualifica di legatario, sono lasciati per testamento uno o più specifici beni (non una quota di eredità).

Chi può essere beneficiario di un lascito?

Qualsiasi persona fisica o giuridica, incluse le organizzazioni non profit come Fondazione Telethon.

Posso destinare alla Fondazione una parte dei miei beni o solo l’intero patrimonio?

Puoi destinare anche solo una parte dei tuoi beni. Se ci sono beni non previsti nel testamento, questi saranno devoluti agli eredi legittimi, nel rispetto delle norme del Codice Civile.

Posso dare una finalità specifica a un lascito a favore di Telethon?

Si, è possibile, tuttavia è consigliabile destinare il lascito alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche e non a un progetto specifico, per non legare la devoluzione a un vincolo di destinazione. In questo modo si avrà la certezza che, all’apertura del testamento, il lascito potrà contribuire attivamente alla cura delle malattie genetiche che in quel momento saranno oggetto di studio da parte dei ricercatori Telethon.

Il testamento perde validità nel tempo?

No, il testamento rimane sempre valido, a meno che non venga espressamente revocato o non sia totalmente o parzialmente annullato da un testamento posteriore, contenente disposizioni incompatibili con il testamento precedente.

Posso modificare o revocare il testamento?

Sì, il testamento può essere revocato o modificato in qualsiasi momento.

Posso redigere un nuovo testamento?

Sì, ma in questo caso è consigliabile dichiarare la revoca del testamento precedente.

Una guida per intestare un lascito testamentario a Fondazione Telethon.
Scopri i nuovi prodotti solidali
Vai allo shop
Diventa volontario per un giorno
Candidati
Sostieni la ricerca Telethon
Dona ora