Distonia responsiva alla levodopa

Distonia responsiva alla levo dopa

Appelli

Martina è nata il 4 luglio 2011: a 2 anni la nonna nota come spesso cammini sulle punte e visto che l’atteggiamento aumenta, un fisiatra le prescrive dei plantari. La maestra ci fa notare che il suo sviluppo motorio è indietro rispetto ai suoi coetanei e il Primario di ortopedia pediatrica del Civile di Brescia nota un accorciamento dei tendini d’Achille e dei muscoli del polpaccio e ci consiglia fisioterapia. Ma la situazione non migliora e il pediatra ci consiglia quindi di sottoporla a una visita neuropsichiatrica in cui si evince un’intelligenza brillante e un lieve ritardo motorio. A Settembre 2016 il dottore del’ASL, che la vede camminare in questo modo, si rifiuta di vaccinarla finché non si escludono danni neurologici. In quell’occasione il nonno paterno si ricorda di una sua cugina che ha avuto una malattia motoria e neurologica, la chiamo e mi dice il nome della malattia di cui soffre lei e sua figlia di 23 anni: DISTONIA RESPONSIVA ALLA LEVODOPA. Il 16 dicembre 2016 ci visita il Primario di Neuropsichiatria Infantile al Besta e poco dopo ci ricoverano. Il 28 dicembre 2016 le danno la prima dose di Sinemet. Beh, già poco dopo, non trema più, le caviglie sono più morbide e l’indomani si alza. Miracolo! Martina cammina, corre, salta, balla! Non mi posso mai dimenticare la baby dance che abbiamo ballato in ospedale! E così, anche se con un po’ di effetti collaterali, anche se la dose ottimale non è ancora definita, anche se dovrà assumere per tutta la vita il farmaco, Martina è tornata a vivere.

Contatto: [email protected]

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter