Studio di approcci terapeutici cellulomediati e molecolari per l’atrofia muscolare spinale con distress respiratorio di tipo 1 (smard1)

  • 3 Anni 2006/2009
  • 237.600€ Totale Fondi
L’Atrofia Muscolare Spinale con Distress Respiratorio di tipo 1 (SMARD1) è una patologia del motoneurone dell'età infantile ereditata geneticamente, caratterizzata da precoce paralisi della muscolatura diaframmatica ed ipostenia muscolare grave a decorso progressivo con un coinvolgimento prevalentemente distale degli arti inferiori. Questa patologia è causata da mutazioni presenti nel gene che codifica per l’immunoglobulin micro-binding protein 2 (IGMBP2). Attualmente non esiste alcuna terapia efficace per questa malattia. Recentemente abbiamo dimostrato che una popolazione selezionata di cellule staminali neuronali (NSC) è in grado di modificare la progressione della malattia nel topo nmd, modello animale della SMARD1, dopo trapianto nel sistema nervoso centrale. Il progetto attuale si propone di essere una continuazione ed un miglioramento di questa strategia terapeutica. A tal fine valuteremo le seguenti linee di ricerca: 1) incrementare la capacità di generare motoneuroni delle NSC mediante l’attivazione di geni che regolano questo processo; 2) potenziare la sopravvivenza e la migrazione dal liquor nel midollo spinale delle NSCs trapiantate; 3) promuovere la connessione dei motoneuroni con il muscolo mediante la soppressione di segnali inibitori della mielina o la stimolazione dell’estensione assonale con fattori neurotrofici; 4) valutare la presenza di una disfunzione della connessione tra nervo e muscolo; 5) identificare l’interazione molecolare tra cellule staminali trapiantate e i motoneuroni e i meccanismi che permettono la generazione di nuovi neuroni endogeni nel midollo spinale. Il progetto può contribuire allo sviluppo di strategie terapeutiche per la SMARD1 e per altre patologie del motoneurone.

Scientific Publications

Il tuo browser non è più supportato da Microsoft, esegui l'upgrade a Microsoft Edge per visualizzare il sito.