Ruolo della proteina presinaptica prrt2 nella fisiologia neuronale e nella patogenesi dei disordini parossistici del sistema nervoso

  • 3 Anni 2013/2016
  • 527.500€ Totale Fondi
Epilessia, discinesia parossistica ed emicrania emiplegica sono patologie parossistiche (ossia sono caratterizzate da attacchi, o crisi, improvvisi e violenti) del sistema nervoso centrale con una forte componente genetica. Le manifestazioni delle malattie vanno da forme lievi, che si presentano nell'infanzia e migliorano spontaneamente, a forme più severe, per le quali c’è necessità di sviluppare nuovi e più specifici approcci terapeutici. Questo progetto ha l’obiettivo di studiare l'importanza di una proteina denominata PRRT2, i cui difetti genetici sono presenti in un numero elevatissimo di questi disordini parossistici, e di identificare i meccanismi che portano alla malattia. A questo scopo verranno utilizzate cellule nervose di mammifero, in cui si sono manipolati i livelli di PRRT2, e cellule staminali pluripotenti (cioè in grado di dare origine a diversi tipi cellulari) ottenute da cellule chiamate fibroblasti di pazienti affetti dalle forme più rappresentative di queste malattie parossistiche. Il ruolo della proteina PRRT2 è ancora totalmente sconosciuto; tuttavia, la sua localizzazione nelle sinapsi (cioè le strutture attraverso cui le cellule nervose comunicano tra loro) e la sua interazione con SNAP-25, una proteina fondamentale per il rilascio di neurotrasmettitore, suggeriscono un importante ruolo nella regolazione della trasmissione dei segnali nervosi. Pertanto, le diverse manifestazioni delle malattie associate ai difetti genetici di PRRT2 potrebbero riflettere alterazioni in diversi meccanismi e bersagli molecolari di questa proteina. Lo studio del ruolo funzionale di PRRT2 e delle sue disfunzioni può dunque rappresentare un importante passo avanti per l'identificazione di nuove soluzioni terapeutiche e permettere lo sviluppo di strategie terapeutiche mirate per le varie malattie associate a mutazioni del gene di PRRT2.

Il tuo browser non è più supportato da Microsoft, esegui l'upgrade a Microsoft Edge per visualizzare il sito.