Identificazione di nuovi geni per l’ epilessia temporale laterale autosomica dominante in famiglie senza mutazioni in lgi1

  • 2 Anni 2012/2014
  • 194.600€ Totale Fondi
L’epilessia laterale temporale autosomica dominante (ADLTE) è una malattia genetica caratterizzata, oltre che da crisi epilettiche, da disturbi uditivi. Ad oggi, mutazioni nel gene LGI1 (la cui funzione è ancora sconosciuta) sono state associate alla sindrome in meno del 50% delle famiglie affette. Obiettivo di questo progetto è quindi andare alla ricerca di nuovi geni associati alla malattia, in particolare applicando la tecnologia del sequenziamento dell’esoma umano (che permette di determinare rapidamente la sequenza di quasi tutti i geni di un singolo individuo) in una collezione di famiglie italiane e americane prive di mutazioni in LGI1. Un limite di questa metodologia, tuttavia, è che rivela un gran numero di varianti geniche in ciascun individuo, rendendo difficoltoso distinguere le mutazioni patogeniche dalle numerosissime varianti benigne. Ad ogni modo, su queste stesse famiglie il gruppo guidato da Carlo Nobile ha circoscritto grazie a un’analisi di linkage genomico una serie di regioni genomiche dove con alta probabilità risiedono gli altri geni responsabili dell’ADLTE. Questi dati di linkage, quindi, guideranno la ricerca di nuovi geni e ne faciliteranno la scoperta. Le funzioni dei nuovi geni, se già note, daranno indicazioni sulle basi molecolari della malattia, mentre lo studio delle interazioni dei loro prodotti proteici con la proteina LGI1 cominceranno a chiarire i meccanismi che determinano l’ADLTE.

Scientific Publications

Il tuo browser non è più supportato da Microsoft, esegui l'upgrade a Microsoft Edge per visualizzare il sito.