Effetti anti-epiletici delle tossine botuliniche in modelli animali di epilessia dei lobi temporali

  • 2 Anni 2004/2006
  • 111.100€ Totale Fondi
L'epilessia dei lobi temporali (ELT) e' una forma molto comune di epilessia, determinata in molti casi da fattori genetici. La ELT ha origine in genere da un evento iniziale (convulsioni febbrili, trauma cranico) che provoca modificazioni cerebrali che conducono, dopo un periodo latente di alcuni anni, ad un'epilessia cronica. Questa fase latente e' nota col nome di "epilettogenesi". Attualmente non c'e' modo di bloccare il processo di epilettogenesi. Questo significa che, anche se trattati con opportuni farmaci, molti pazienti continuano ad avere attacchi epilettici sino all'eta' adulta, sviluppando una forma cronica di epilessia resistente al trattamento farmacologico. Lo sviluppo di nuovi farmaci contro l'epilettogenesi e' quindi molto importante per la cura della ELT. E' stato ipotizzato che le modificazioni cerebrali che hanno luogo durante l'epilettogenesi dipendano dall'attivita' delle cellule nervose. Nuovi farmaci in grado di bloccare l'attivita'' delle cellule nervose potrebbero quindi essere utili per la terapia della ELT. Nel nostro studio analizzeremo l'efficacia della Tossina Botulinica E (un enzima batterico che blocca l'attivita'' delle cellule nervose) come nuovo farmaco selettivo per la ELT. In particolare, valuteremo se l'iniezione intracerebrale dell'enzima in animali da laboratorio in grado di bloccare l'epilettogenesi dopo l'induzione di uno stato epilettico acuto in animali da laboratorio. Se positivi, i nostri risultati indicheranno una possibile strada da seguire per lo sviluppo di nuove terapie contro la ELT.

Scientific Publications

Il tuo browser non è più supportato da Microsoft, esegui l'upgrade a Microsoft Edge per visualizzare il sito.