Caratterizzazione funzionale di una nuova proteina tirosin-fosfatasi coinvolta nell’epilessia mioclonica progressiva

  • 2 Anni 2002/2004
  • 25.800€ Totale Fondi
L'Epilessia di Lafora e' una forma autosomica recessiva dell'Epilessia Mioclonica Progressiva caratterizzata da un deterioramento neurologico che aumenta col progredire della malattia. Generalmente la malattia insorge nella tarda infanzia e porta al decesso entro la prima decade dalla presenza dei primi sintomi. Sebbene i pazienti presentino un decorso clinico omogeneo e' stata dimostrata l'esistenza di eterogeneita' genetica. La diagnosi della malattia viene effettuata mediante biopsia, in quanto i pazienti presentano inclusioni di poliglucosani detti "Lafora bodies" in vari tessuti . Nel laboratorio del dott. Scherer e' stato isolato uno dei geni responsabili della malattia detto EPM2A il quale mappa sul cromosoma 6q24. Il gene EPM2A codifica una proteina (laforina) con una sequenza aminoacidica consenso indicativa di una proteina tirosin-fosfatasi (PTP) di cui abbiamo dimostrato l'attivita'. Per capire il ruolo della proteina nella patologia della malattia stiamo studiando la sua espressione a livello cellulare e tissutale mediante l'uso di RNA in situ hybridization e tecniche di immuno-istochimica. Inoltre esperimenti di immunoprecipitazione ed analisi "Yeast two-hybrid" sono in corso per l'identificazione di eventuali proteine che interagiscono con laforina. Molti aspetti della malattia sono ancora poco chiari, per cui la creazione di un modello murino con l'epilessia di Lafora su cui stiamo lavorando ci dara' la possibilita' sia di capire meglio il funzionamento dei circuiti neuronali che di poter sperimentare eventuali terapie disponibili. Inoltre l'esistenza di eterogeneita' genetica ci ha portati a condurre una serie di studi sull'identificazione del secondo gene che causa la malattia.

Scientific Publications

Il tuo browser non è più supportato da Microsoft, esegui l'upgrade a Microsoft Edge per visualizzare il sito.