Emipertrofia

  • 1 Progetti di Ricerca Finanziati
  • 1 Ricercatore
  • 25.823€ Finanziamento totale

Cos'è e come si manifesta l’emipertrofia?

L'emipertrofia è una rara condizione di asimmetria corporea caratterizzata dal fatto che una parte del corpo si presenta più grande della parte corrispodente sull'altro lato. Per esempio, una gamba può essere più lunga dell'altra, provocando problemi di postura e di deambulazione. In alcuni casi, l'emipertrofia si manifesta nell'ambito di sindromi più complesse, come la sindrome di Beckwith-Wiedemann o la neurofibromatosi. L'asimmetria può essere più o meno evidente e può manifestarsi già alla nascita oppure più tardivamente, durante l'infanzia. In alcune forme è associata a un aumento del rischio di tumori pediatrici.

Come si trasmette l’emipertrofia?

Le cause dell'emipertrofia non sono note.

Come avviene la diagnosi dell’emipertrofia?

La diagnosi si basa essenzialmente sull'esame obiettivo. Talvolta, possono essere d'aiuto anche indagini strumentali, in particolare la radiografia.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per l’emipertrofia?

Si interviene in modo specifico. Nel caso di scoliosi o di disturbi della deambulazione, per esempio, sono possibi interventi chirurgici oppure l'utilizzo di particolari ausili (come scarpe ortopediche). Nel caso di asimmetrie del volto si può ricorrere alla chirurgia ricostruttiva.