Cheratite stromale erpetica

  • 1 Progetti di Ricerca Finanziati
  • 1 Ricercatore
  • 17.818€ Finanziamento totale

Che cos’è e come si manifesta la cheratite stromale erpetica?

La cheratite stromale erpetica è una condizione causata da infezione della cornea da parte del virus Herpes simplex di tipo 1. Si manifesta con fotofobia (intolleranza alla luce), sensazione di corpo estraneo, dolore, annebbiamento e riduzione dell'acuità visiva. Nella maggior parte dei casi, le infezioni guariscono senza conseguenze, ma dopo l'infezione primaria il virus può rimanere latente e poi riattivarsi. Lo stroma rappresenta uno dei tessuti più colpiti nelle riattivazioni. Esistono due tipi di cheratite erpetica stromale: immune e necrotizzante. Il primo, più comune, è una manifestazione cronica dovuta a infiammazione del tessuto; il secondo, più raro, è dovuto direttamente all'infiltrazione del virus nel tessuto e comporta ulcere e necrosi.

Come si trasmette la cheratite stromale erpetica?

La malattia è dovuta a un'infezione virale.

Come avviene la diagnosi della cheratite stromale erpetica?

La diagnosi si basa sull'osservazione clinica e su test di ricerca del virus e degli anticorpi.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per la cheratite stromale erpetica?

Le infezioni primarie vengono trattate con farmaci antivirali (aciclovir) e corticosteroidi; nel caso della cheratite stromale di tipo necrotizzante può essere utile anche la somministrazione di antibiotici. È inoltre disponibile un vaccino, che permetterebbe di ridurre l'intensità e la durata delle recidive.