#nonmiarrendo perché insieme siamo più forti della malattia.

Ogni mamma dona incondizionatamente al proprio figlio tutto l’amore che ha. Sceglie di amarlo e di proteggerlo dal primo momento in cui lo prende tra le braccia. Non fa eccezione mamma Cristina, che durante il Natale del 2012 fa spazio nel proprio cuore al suo bimbo dagli occhi blu, Emanuele. Dopo pochi mesi scopre che il piccolo è affetto da una malattia mitocondriale, una patologia che colpisce progressivamente il metabolismo. Non c’è spazio per la disperazione o la commiserazione: mamma Cristina, con il papà e i fratellini, Noemi e Davide, sceglie di non arrendersi alla malattia.
La loro vita familiare viene costruita con pazienza e delicatezza intorno ai bisogni di Emanuele che è tracheotomizzato per respirare meglio e si nutre tramite un sondino. È grazie a questo ‘tubicino’ che il bimbo fa il pieno di energia e i fratellini Noemi e Davide sembrano aver capito l’importanza di questo passaggio: fanno a gara ogni giorno per poterlo aiutare.

Pur non potendosi esprimere a parole, Emanuele comunica serenità con lo sguardo, con il sorriso, perché si nutre della forza della sua famiglia. Al loro fianco si schierano i nostri ricercatori che combattono ogni giorno per migliorare la qualità della vita di tanti bimbi come lui.

Rispondi #presente per tutte le persone con una malattia genetica rara

IL NOSTRO IMPEGNO PER CRISTINA E PER MAMME COME LEI

Le malattie mitocondriali sono un gruppo molto eterogeneo di patologie ereditarie causate da alterazioni nel funzionamento dei mitocondri, le nostre personali “centrali energetiche”: chi soffre di queste malattie infatti è destinato a perdere progressivamente l’energia necessaria alla principali funzioni vitali.

  • 46

    Progetti finanziati

  • 3,412,943

    Importo finanziato

  • 59

    Ricercatori finanziati

  • 271

    Pubblicazioni

Siamo tra i pochi a finanziare ricerca sulla patologia di Emanuele, che essendo molto eterogenea risulta ancora difficile da trattare. Non per questo ci arrendiamo e continuiamo a dare voce a famiglie come quella di Cristina, per aiutarle a uscire dal buio della loro quotidianità.

Emanuele è affetto da una malattia mitocondriale. Leggi di più.