Una causa su cui mettere la firma

Quando lotti per un ideale riesci a svolgere il tuo lavoro con passione. È il segreto di Paola, avvocato con una lunga carriera alle spalle, da sempre in prima linea per la difesa dei diritti della famiglia, dei minori e, quindi, anche il diritto alla salute e alla cura.
Nonostante il sua lavoro assorba gran parte delle sue giornate, Paola ha trovato il tempo per sostenere Fondazione Telethon e per metterci la faccia. 
Diventa una nostra attiva sostenitrice e si fa portavoce dei valori che a noi sono più cari e nei quali lei più si riconosce: l’umanità, la passione e l’attenzione alla persona, a ogni singola persona. Perché crede che tutti abbiano diritto a una speranza, una cura o quantomeno una diagnosi. Sono le sue convinzioni personali, morali, a spingerla ad avvicinarsi a noi e ai nostri pazienti.

Scopri come donare il tuo 5x1000 a Fondazione Telethon

Metteresti la firma sul diritto di tutti a una cura? Io sì.

Paola sa che esistono tante famiglie che combattono ogni giorno con alcune patologie talmente rare da non avere un nome o una possibilità di terapia. Ma sa anche che sostenere Fondazione Telethon significa poter dare una speranza a chi vive questa drammatica situazione di solitudine; perché significa finanziare progetti di ricerca d’eccellenza in grado di dare risposte, terapie e cure a chi non avrebbe altrimenti speranza, diagnosi, informazioni preziose e quella voglia di non arrendersi che nasce dalla fiducia nella ricerca.
Tra i progetti dedicati a chi lotta con una malattia genetica rara c’è quello per i pazienti senza diagnosi: di durata triennale, si propone di individuare le cause di patologie ereditarie senza diagnosi in un numero stimato di circa 350-400 famiglie selezionate dai tre centri clinici di riferimento.
Il progetto è coordinato dall’Istituto Telethon di genetica e medicina di Pozzuoli (Tigem) e coinvolge tre centri clinici: l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, Fondazione MBBM – A.O. San Gerardo di Monza e l’Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II" di Napoli. Il paziente può essere inserito nel programma grazie al proprio medico di riferimento, attraverso una piattaforma web dedicata disponibile a partire da aprile 2016.

Ecco perché Paola sceglie di destinare il suo 5x1000 a Fondazione Telethon. Perché sa che tra le tante firme messe ogni giorno, ne esiste una davvero preziosa, per cui vale la pena soffermarsi a pensare: nella sua dichiarazione dei redditi Paola sceglie di firmare per sostenere la nostra missione.
Fai anche tu come lei. Scopri come.

Chi ci conosce bene come Paola, ambasciatrice della nostra missione, sa che donare il 5x1000 alla Fondazione Telethon significa sostenere progetti di ricerca destinati a dare risposte, terapie e cure a chi ha una malattia rara.