Anche i volontari donano il 5 per mille 2017

Finanziare la ricerca sanitaria sulle malattie rare è il modo in cui Lilia ha deciso di essere al fianco dei pazienti affetti da una malattia neuromuscolare. Ecco perché, oltre a sostenerci come volontaria, ha scelto di destinare il suo 5 per mille a Fondazione Telethon.

Fare volontariato con Telethon è uno dei tanti modi per far sì che tutti abbiano diritto alla speranza. Che sia per un’ora, un giorno, una settimana, un anno, poco importa: è per questo che Lilia ha scelto di diventare una nostra volontaria. All’università, un giorno viene avvicinata da un gruppo di ragazzi che distribuiscono volantini e il suo primo pensiero è: «Perché no?». Dopo poco tempo Lilia organizza il suo primo banchetto per raccogliere fondi e donare una speranza alle persone che non si arrendono e lottano con una malattia genetica rara. Questa esperienza ha aiutato Lilia a comprendere meglio quanto sia importante contribuire alla ricerca sulle malattie genetiche rare: sia con il suo impegno personale, mettendosi in gioco per raccogliere fondi, sia destinando il suo 5 x 1000 alla ricerca finanziata da Fondazione Telethon.

Scopri come donare il tuo 5x1000 a Fondazione Telethon

Scopri come aiutare i pazienti neuromuscolari con il tuo 5 per mille

Lilia ha imparato a conoscere la nostra missione in tutti i suoi aspetti, ma ce n’è uno in particolare che le sta a cuore: l’impegno per i pazienti affetti da una malattia neuromuscolare. Si tratta di patologie differenti, spesso molto invalidanti, per cui ancora non è disponibile una cura definitiva. In attesa di trovarla, però, è possibile migliorare la qualità della vita di questi pazienti attraverso cure e attenzioni quotidiane.

Dove vanno i soldi di Telethon: Per questo Fondazione Telethon è tra i promotori e finanziatori dei centri clinici Nemo, strutture specializzate per la presa in carico totale della persona con disabilità neuromuscolare. Il primo centro Nemo nasce nel 2007 presso l'Ospedale Niguarda di Milano e viene successivamente affiancato nel 2010 da quello di Arenzano, nel 2013 da quello di Messina e nel 2015 dall’ultimo arrivato, il Nemo di Roma, situato all’interno del Policlinico Universitario A. Gemelli.

Per questo motivo Lilia sceglie di donare il suo 5x1000 alla Fondazione Telethon: la sua firma, insieme a tante altre, è molto preziosa perché può aiutare tanti pazienti neuromuscolari a ricevere terapie per vivere al meglio i momenti più importanti della vita. Metti anche tu la tua firma. Dona il tuo 5 per mille a Telethon.

Scopri la storia della nostra volontaria Lilia e dona anche tu il tuo 5x1000 alla nostra Fondazione per aiutare i pazienti con patologie neuromuscolari.