FUNZIONE E DISFUNZIONE DELL'HUNTINGTINA NELLA COREA DI HUNTINGTON

L'obbiettivo della ricerca

Ricercatore principale ELENA CATTANEO

La malattia di Huntington è una patologia neurodegenerativa ereditaria con decorso fatale e con un forte impatto sulle famiglie perché colpisce in età giovanile, viene trasmessa di generazione in generazione ed è purtroppo fatale dopo 15-20 anni.

Attualmente non esistono cure. L'obiettivo della ricerca proposta è in sinergia con gli scopi del Telethon di avanzare le conoscenze sulle malattie genetiche, in quanto solo da esse potranno derivare cure future. La mutazione che causa la patologia è una ripetizione di triplette CAG nel gene codificante per la proteina huntingtina. Mentre le persone sane hanno la proteina huntingtina nella forma normale, i pazienti con Corea di Huntington soffrono per la presenza della proteina mutata. La ricerca negli ultimi anni ha focalizzato l'attenzione sull'huntingtina mutata giungendo ad affermare che la malattia deriva da una funzione tossica della proteina mutata. Questo ha spinto gli scienziati verso la ricerca di farmaci che potessero bloccare questa tossicità. Recentemente, il nostro gruppo, sulla base di una ricerca finanziata dal Telethon, ha proposto che la malattia potesse avere origine anche dalla perdita della funzione protettiva dell’ huntingtina normale. Abbiamo infatti scoperto che l’ huntingtina normale è una proteina essenziale per la vitalità proprio di quei neuroni che muoiono nella patologia. La sua funzione è quella di controllare la produzione di Brain-Derived Neurotrophic Factor (BDNF), una neurotrofina fondamentale per la sopravvivenza dei neuroni striatali. Questa funzione è persa in presenza della mutazione e l'apporto nutritivo allo striato viene a mancare. Il nostro obiettivo è ora capire come l’ huntingtina possa influenzare la produzione di BDNF e quali alterazioni si verifichino in sua assenza. Questo con lo scopo finale di sviluppare farmaci in grado di restaurare le funzioni dell’ huntingtina normale, che risultano perse nella malattia.

Malattie

Huntington, malattia di

La malattia di Huntington è una patologia neurodegenerativa ereditaria con decorso fatale e con un forte impatto sulle famiglie perché colpisce in età giovanile, viene trasmessa di generazione in generazione ed è purtroppo fatale dopo 15-20 anni.

Pubblicazioni scientifiche

2007 PROGRESS IN NEUROBIOLOGY
Role of brain-derived neurotrophic factor in Huntington's disease
Zuccato, C; Cattaneo, ECittà: 184 (*)
2006 NEUROBIOLOGY OF DISEASE
No evidence of association between BDNF gene variants and age-at-onset of Huntington's disease
Di Maria, E; Marasco, A; Tartari, M; Ciotti, P; Abbruzzese, G; Novelli, G; Bellone, E; Cattaneo, E; Mandich, PCittà: 9 (*)
2005 PHARMACOLOGICAL RESEARCH
Prevention of cytosolic IAPs degradation: a potential pharmacological target in Huntington's Disease
Goffredo, D; Rigamonti, D; Zuccato, C; Tartari, M; Valenza, M; Cattaneo, ECittà: 17 (*)
2005 PLOS BIOLOGY
Niche-independent symmetrical self-renewal of a mammalian tissue stem cell
Conti, L; Pollard, SM; Gorba, T; Reitano, E; Toselli, M; Biella, G; Sun, YR; Sanzone, S; Ying, QL; Cattaneo, E; Smith, ACittà: 430 (*)
2005 JOURNAL OF NEUROSCIENCE
Dysfunction of the cholesterol biosynthetic pathway in Huntington's disease
Valenza, M; Rigamonti, D; Goffredo, D; Zuccato, C; Fenu, S; Jamot, L; Strand, A; Tarditi, A; Woodman, B; Racchi, M; Mariotti, C; Di Donato, S; Corsini, A; Bates, G; Pruss, R; Olson, JM; Sipione, S; Tartari, M; Cattaneo, ECittà: 104 (*)
2005 NATURE REVIEWS NEUROSCIENCE
Normal huntingtin function: An alternative approach to Huntington's disease
Cattaneo, E; Zuccato, C; Tartari, MCittà: 247 (*)
2003 JOURNAL OF NEUROSCIENCE RESEARCH
Ciliary neurotrophic factor overexpression in neural progenitor cells (ST14A) increases proliferation, metabolic activity, and resistance to stress during differentiation
Weinelt, S; Peters, S; Bauer, P; Mix, E; Haas, SJP; Dittmann, A; Wree, A; Cattaneo, E; Knoblich, R; Strauss, U; Rolfs, ACittà: 19 (*)
2003 JOURNAL OF NEUROSCIENCE RESEARCH
Gene expression profiling of ciliary neurotrophic factor-overexpressing rat striatal progenitor cells (ST14A) indicates improved stress response during the early stage of differentiation
Bottcher, T; Mix, E; Koczan, D; Bauer, P; Pahnke, J; Peters, S; Weinelt, S; Knoblich, R; Strauss, U; Cattaneo, E; Thiesen, HJ; Rolfs, ACittà: 13 (*)
2003 PROCEEDINGS OF THE NATIONAL ACADEMY OF SCIENCES OF THE UNITED STATES OF AME
Minocycline inhibits caspase-independent and -dependent mitochondrial cell death pathways in models of Huntington's disease
Wang, X; Zhu, S; Drozda, M; Zhang, WH; Stavrovskaya, IG; Cattaneo, E; Ferrante, RJ; Kristal, BS; Friedlander, RMCittà: 254 (*)
2003 EUROPEAN JOURNAL OF NEUROSCIENCE
Co-localization of brain-derived neurotrophic factor (BDNF) and wild-type huntingtin in normal and quinolinic acid-lesioned rat brain
Fusco, FR; Zuccato, C; Tartari, M; Martorana, A; De March, Z; Giampa, C; Cattaneo, E; Bernardi, GCittà: 37 (*)
2003 JOURNAL OF NEUROCHEMISTRY
Depletion of wild-type huntingtin in mouse models of neurologic diseases
Zhang, YU; Li, MW; Drozda, M; Chen, MH; Ren, SJ; Sanchez, ROM; Leavitt, BR; Cattaneo, E; Ferrante, RJ; Hayden, MR; Friedlander, RMCittà: 57 (*)

Dona ora

Basta un piccolo gesto per dare una speranza concreta alle persone che lottano contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter