Disabilità intellettiva legata al cromosoma X

Cos'è e come si manifesta la disabilità intellettiva legata al cromosoma X?

La disabilità intellettiva legata al cromosoma X è una delle forme genetiche più comuni di disabilità intellettiva. In generale, è l’handicap più frequente nei bambini e negli adolescenti, con un’incidenza del 3 per cento nella popolazione umana. I bambini colpiti mostrano limitazioni nelle funzioni cognitive, nel linguaggio e nelle capacità d’interazione sociale e comunicative. La malattia dipende da difetti della formazione e della funzionalità delle sinapsi, le strutture di “comunicazione” tra cellule nervose. La corretta formazione delle sinapsi nel sistema nervoso centrale durante l’infanzia fornisce la base biologica per consentire lo sviluppo dei processi cognitivi come l’apprendimento, la memoria, le capacità comunicative. Se queste strutture non si formano o non funzionano correttamente, possono insorgere disturbi quali autismo, disabilità intellettive e molti disordini degenerativi. Le cause più comuni sono quelle di origine genetica (anomalie cromosomiche o di singoli geni) oppure quelle indotte da altre patologie mediche contratte durante il periodo prenatale o postatale. Tra le condizioni genetiche, le più frequenti sono le forme associate a mutazioni di geni sul cromosoma X. La disabilità intellettiva legata al cromosoma X si divide in forme sindromiche e non specifiche, a seconda se si presenta o meno associato ad altre patologie.

Come si trasmette la disabilità intellettiva legata al cromosoma X?

La disabilità intellettiva non specifica associata al cromosoma X è una malattia genetica ereditaria trasmessa come carattere legato al cromosoma X. Ecco perché vi è un eccesso di circa il 30 per cento di maschi affetti. Negli ultimi anni, grazie all’avvento di nuove tecniche di sequenziamento del genoma, sono stati identificati 117 geni coinvolti nell'insorgenza della malattia.

Come avviene la diagnosi della disabilità intellettiva legata al cromosoma X?

La diagnosi della disabilità intellettiva non specifica avviene di norma su base clinica; è una diagnosi complicata, poiché una definizione precisa delle funzioni cognitive alterate non è sempre possibile, e comunque risulta estremamente eterogenea tra i diversi pazienti. In alcuni casi è possibile confermare la diagnosi attraverso indagine genetica o citogenetica.

Quali sono le possibilità di cura attualmente disponibili per la disabilità intellettiva legata al cromosoma X?

Non esiste alcuna cura farmacologia al momento. In alcuni casi, le abilità cognitive possono essere migliorate grazie a interventi educativi personalizzati.

Aggiornato il 12 giugno 2012

Cerchi informazioni sulle malattie genetiche? Scrivi ai nostri genetisti

INFORMATIVA ai sensi dell art.13 del D.Lgs. 196/2003
I dati personali e sensibili verranno registrati e custoditi in un database informatico della Fondazione Telethon, quale Titolare del trattamento dei dati, al fine di costruire e mantenere per ciascuno utente una scheda rintracciabile, da consultare in caso di futura richiesta da parte dello stesso utente. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto comporta l’impossibilità di dar luogo a tale finalità.
I dati non verranno diffusi, ma potranno essere comunicati a soggetti incaricati, all'interno della Fondazione Telethon, con le modalità previste dalla normativa.
Potrà esercitare tutti i diritti previsti all’art.7 del d.lgs.196/2003, facendone richiesta al Titolare del trattamento – Fondazione Telethon, Piazza Cavour, 1 – 20121 - Milano, nella persona del Responsabile dell’Ufficio Filo diretto con le Malattie Genetiche.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Ai sensi dell’art. 23 del d.lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa che precede e di quanto previsto all’art.7 d.lgs.196/2003, liberamente decide di dare il consenso Non dare il consenso al trattamento dei dati personali

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora per la ricerca

Basta un piccolo gesto per regalare una speranza concreta a chi lotta ogni giorno contro una malattia genetica.

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter