SUSANNA COTECCHIA

SUSANNA COTECCHIA

Susanna Cotecchia è nata a Bari nel 1955 dove si è laureata in Medicina e Chirurgia conseguendo una specializzazione in neurologia.

Dopo avere lavorato come ricercatore borsista all'Istituto Mario Negri a Milano in neurofarmacologia, nel 1984 si è trasferita alla Duke University (USA), dove ha lavorato per otto anni nel laboratorio del Dott. Robert J. Lefkowitz, premio Nobel per la Chimica nel 2012, dedicandosi alla purificazione e al clonaggio dei geni dei recettori alpha1-adrenergici.

Nel 1992, Susanna Cotecchia si é trasferita, in qualità di professore ordinario di farmacologia, alla Facoltà di Medicina dell'Università di Losanna in Svizzera, dove ha diretto per molti anni un gruppo di ricerca nel campo della farmacologia molecolare dei recettori accoppiati alle proteine G. Presso la Facoltà di Medicina di Losanna ha coperto vari incarichi amministrativi e di insegnamento.

Nel 2007, si é trasferita in qualità di professore ordinario di farmacologia presso la Facoltà di Scienze Biotecnologiche dell'Università di Bari dove continua un'attività di ricerca sui meccanismi molecolari e sulle implicazioni fisiopatologiche dei recettori adrenergici e della vasopressina in collaborazione con i gruppi di Francesca Fanelli (Università di Modena e Reggio Emilia), Tommaso Costa (Istituto Superiore di Sanità) e Giovanna Valenti (Università di Bari).

 

 

Sin dall'inizio dei miei studi in medicina sono stata affascinata dalla ricerca di base in quanto strumento indispensabile per la comprensione dei meccanismi di base delle malattie e dell'azione dei farmaci. Sono convinta dell'importanza di una collaborazione stretta, dinamica e rispettosa delle rispettive competenze fra ricercatori e clinici. Ammiro e ringrazio la Fondazione Telethon per il ruolo fondamentale che svolge nel sostenere la buona ricerca nel nostro Paese

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
Quella di Francesca e dei suoi genitori Carmela e Antonio è la storia di chi non si è arreso di fronte ad una malattia metabolica rara non curata e da oltre trent’anni lotta ogni giorno per ottenere assistenza adeguata e cure valide per migliorare la vita di Francesca. Ora più che mai la lotta pe...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter