PIETRO PICHIERRI

PIETRO PICHIERRI

Nato a Viterbo nel 1970, Pietro Pichierri si è laureato in Scienze biologiche presso l'Università della Tuscia, dove ha anche conseguito il dottorato di ricerca in Biochimica nel 2003.

Dopo un post-doc presso il CNRS a Villejuif, in Francia, Pietro Pichierri è rientrato in Italia alla fine del 2004 in seguito all'assegnazione di un finanziamento Telethon.

Attualmente coordina un gruppo di ricerca presso la sezione di Cancerogenesi sperimentale e computazionale del dipartimento Ambiente e connessa prevenzione primaria dell'Istituto superiore di sanità a Roma, che studia i meccanismi alla base del mantenimento della stabilità del genoma durante la replicazione del Dna. Difetti in questi meccanismi sono alla base di malattie genetiche denominate sindromi da fragilità cromosomica, tra cui l'anemia di Fanconi, le sindromi di Werner e di Bloom e la sindrome di Seckel.

 

Sono sempre stato affascinato dai meccanismi molecolari presenti nelle nostre cellule sin dal liceo. Mi sono iscritto a Biologia perché volevo fare ricerca in campo biomedico. La molla più forte che mi ha spinto è la curiosità di scoprire come funzionano le nostre cellule, e, se possibile dare un piccolo contributo alla comprensione delle basi molecolari delle patologie umane.

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
La Sclerosi Laterale Amiotrofica è una malattia rara neurodegenerativa che oggi nel nostro Paese colpisce circa 6000 persone. Ma la ricerca non si ferma.AriSLA (Fondazione Italiana di ricerca per la SLA) inaugura il nuovo anno annunciando i progetti vincitori della Call for Projects 2017: il deci...
immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter