MARIA PIA RASTALDI

MARIA PIA RASTALDI

Nata nel 1962 a Milano, Maria Pia Rastaldi si è laureata in Medicina e chirurgia all'Università di Pavia, dove si è anche specializzata in Medicina Interna.

Successivamente, presso l'Università di Milano ha conseguito anche la specializzazione in Nefrologia e il dottorato di ricerca in Medicina molecolare.

Come visiting scientist Maria Pia Rastaldi ha lavorato anche presso l'Università di Leiden e l'Università di Monaco. Attualmente dirige il Laboratorio di ricerca nefrologica della Fondazione Irccs "Ca' Granda" Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Nella sua attività di ricerca Maria Pia Rastaldi si occupa della comprensione dei meccanismi che determinano l'insorgenza e la progressione delle malattie renali. Gli studi finora condotti hanno consentito di individuare nuove modalità di comunicazione tra le cellule del glomerulo renale, la cui alterazione determina la perdita della capacità di filtrazione.

«La passione per la ricerca scientifica è difficile da spiegare senza incorrere in banalità. La mia dedizione alla ricerca è un cocktail di curiosità, studio, pazienza, libertà e umiltà. Direi che la possibilità di applicare il metodo scientifico a quesiti clinici e la convinzione che anche piccoli avanzamenti possono essere importanti per migliorare diagnosi e terapia sono le mie motivazioni principali».

«La passione per la ricerca scientifica è difficile da spiegare senza incorrere in banalità. La mia dedizione alla ricerca è un cocktail di curiosità, studio, pazienza, libertà e umiltà. Direi che la possibilità di applicare il metodo scientifico a quesiti clinici e la convinzione che anche piccoli avanzamenti possono essere importanti per migliorare diagnosi e terapia sono le mie motivazioni principali».

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
«Un’esortazione da fare alla Fondazione? Sfruttateci di più». Anna Maria Accoto, 39 anni, consulente del lavoro e coordinatrice Telethon per la provincia di Lecce ha energia da vendere, a tal punto da suggerire che il suo ruolo e il suo impegno possano essere “utilizzati” ancora di più per attir...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter