GIUSEPPE DANILO NORATA

GIUSEPPE DANILO NORATA

Nato a Monza nel 1973, Danilo Norata si è laureato in Farmacia all'Università di Milano, dove si è poi specializzato in Farmacologia e conseguito la seconda laurea in Biotecnologie farmaceutiche.

Ha svolto il dottorato di ricerca in Medicina sperimentale presso l'Università di Siena e il post-doc tra il Karolinska Institute a Stoccolma e l'Università di Milano.

Dal 2005 coordina il laboratorio di Genetica molecolare e Genomica cardiovascolare presso il Centro Sisa per lo studio dell'aterosclerosi dell'Ospedale Bassini di Cinisello Balsamo. Dal 2008 è ricercatore universitario presso il Laboratorio di lipoproteine immunità e aterosclerosi dell'Università di Milano e dal 2012 è Honorary Senior Lecturer presso Barts and The London School of Medicine & Dentistry presso la Queen Mary University di Londra. Inoltre è ricercatore universitario confermato in Farmacologia presso il dipartimento di Scienze farmacologiche e biomolecolari dell'Università di Milano.

L'attività di ricerca di Danilo Norata è focalizzata sullo studio dei meccanismi molecolari associati all’aterosclerosi e ai potenziali target modulati dalle lipoproteine nelle malattie cardiovascolari e metaboliche. Attualmente sta caratterizzando il ruolo di molecole chiave della risposta immunitaria, innata ed adattativa, nell'aterosclerosi e nell'ipercolesterolemia familiare.

 

La passione per la ricerca nasce da un ipotesi scientifica, cresce con gli sforzi per validarla ma vive della collaborazione tra diversi ricercatori.

Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
La Sclerosi Laterale Amiotrofica è una malattia rara neurodegenerativa che oggi nel nostro Paese colpisce circa 6000 persone. Ma la ricerca non si ferma.AriSLA (Fondazione Italiana di ricerca per la SLA) inaugura il nuovo anno annunciando i progetti vincitori della Call for Projects 2017: il deci...
immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter