DANA BRANZEI

DANA BRANZEI

Nata a Iasi (Romania) nel 1974, Dana Branzei si è laureata in scienze farmacologiche presso l’Università Tohoku (Sendai-Giappone), dove ha poi conseguito il dottorato di ricerca in biologia molecolare nel 2004.

Dal 2008 è Principal Investigator (PI) e coordina un gruppo di 6 persone presso l’Istituto FIRC di Oncologia Molecolare (IFOM) di Milano. Il suo interesse di ricerca è lo studio dei meccanismi cellulari della replicazione e riparazione del DNA. Grazie al supporto di Telethon attualmente Dana Branzei sta cercando di comprendere la causa delle coesinopatie, malattie genetiche associate a ritardo mentale, dello sviluppo e a varie malformazioni di mani, gambe ed ossa.

Sono sempre stata meravigliata dal mistero della vita ed ho sempre voluto conoscere i principi che la rendono possibile. Come ricercatore approccio i problemi con un cuore speranzoso ed in cerca di risposte. Mi piace verificare e provare nuovi scenari, cercare l’essenza delle cose. Non conosco niente che mi renda più soddisfatta

DANA BRANZEI Ricercatore

Aiutaci anche tu, dona ora

Le ultime notizie

immagine-anteprima-news
La Sclerosi Laterale Amiotrofica è una malattia rara neurodegenerativa che oggi nel nostro Paese colpisce circa 6000 persone. Ma la ricerca non si ferma.AriSLA (Fondazione Italiana di ricerca per la SLA) inaugura il nuovo anno annunciando i progetti vincitori della Call for Projects 2017: il deci...
immagine-anteprima-news
Come tanti bambini Clara nasce prima del termine, ma non è questo a preoccupare mamma Melany e papà Massimo. I suoi valori di glicemia sono troppo bassi e quella che sembra una simpatica smorfia nel fare la linguaccia è in realtà un’anomalia che si chiama macroglossia. Le rassicurazioni dei pedi...

Dona ora

Sostenendo Telethon attraverso una piccola donazione, con il tuo contributo potrai dare una speranza concreta a chi lotta contro una malattia genetica

Newsletter

Ti piacerebbe ricevere aggiornamenti sulle storie, le attività e gli eventi della Fondazione Telethon? Iscriviti alla nostra newsletter