Donazioni in memoria di una persona cara

Fare una donazione in memoria di una persona cara significa ricordare chi non c'è più compiendo un gesto che darà speranza al futuro di tante persone colpite dalle malattie genetiche.

Donazione in memoria di: non fiori ma opere di bene

Una donazione in memoria di una persona cara è un modo rispondere concretamente all'invito "non fiori, ma opere di bene"; renderai, quindi, omaggio alla persona cara e allo stesso tempo donerai speranza a chi spera nel progresso della ricerca di Telethon per poter avere un domani.

Fai ora una donazione in memoria di una persona cara.

Puoi effettuare una donazione in memoria di una persona cara anche con:

  • bonifico bancario su conto corrente bancario BNL, IBAN IT02H0100503215000000011960 scrivendo nella causale "donazione in memoria di nome persona da ricordare";
  • bollettino postale su conto corrente postale n° 8792470 scrivendo nella causale “donazione in memoria di <nome persona da ricordare>”.

Donazione in memoria: cosa fa Telethon per te

lettera memoria di
Clicca qui per ingrandire l'immagine

Facendo una donazione in memoria di un tuo familiare, amico o collega i familiari della persona che vuoi ricordare riceveranno questa lettera. Per richiederla scarica ora il modulo.

Quando fare una donazione in memoria di

È possibile fare una donazione in memoria di una persona cara in diverse occasioni:

  • nel momento della sua scomparsa
  • per celebrare l'anniversario della sua scomparsa
  • per celebrare una ricorrenza che stava particolarmente a cuore alla persona scomparsa.

La donazione in memoria di una persona cara oltre ad essere una scelta personale può essere condivisa con la comunità delle persone vicine alla persona scomparsa: in tal caso sarà necessario farsi portavoce della scelta di raccogliere fondi a favore di Telethon presso familiari ed amici.

È possibile comunicare la scelta di fare una donazione a favore di Telethon nei necrologi pubblicati sui quotidiani.

Le testimonianze di chi ha fatto una donazione in memoria di

"Mio padre non amava sfarzi e per la sua dipartita ha scelto la 'semplicità'. 'Niente fiori, ma un contributo per una giusta causa'. Era affetto da una malattia rara (Crioglobulinemia) e per questo motivo noi familiari abbiamo optato per donare a chi investe tempo e passione al fine di aiutare chi quotidianamente lotta per vivere una vita dognitosa".

"La mia è un'offerta libera e volontaria, come faccio tutti gli anni. Questo in particolare, in memoria della mia adorata mamma Vincenza".

"In memoria della nostra cara nonna Ginetta. Il 1° marzo avrebbe compiuto 99 anni e noi affezionati nipoti abbiamo deciso di fare una donazione a Telethon per aiutare la ricerca a dare la speranza a chi più ne ha bisogno".